Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/11707/3321
Title: Il costo dell'Utopia: Stoppard e il 1917
Authors: Innocenti, Loretta
Issue Date: 2009
Publisher: Padova, Studio Editoriale Gordini
Abstract: Il saggio si concentra sul dramma di Tom Stoppard "Travesties", che si può leggere come esempio del suo metodo drammatico. Nato dalla scoperta di una serie di coincidenze fattuali e basato sulla presenza simultanea di riferimenti intertestuali, il dramma è ambientato nella Zurigo neutrale durante la prima Guerra mondiale e all'inizio della Rivoluzione russa nel 1917. Il tema principale è il rapporto fra la storia, o la vita, e l'arte. Si evidenziano quattro posizioni intellettuali diverse e inconciliabili, incarnate dai personaggi principali - Joyce, Tzara, Lenin e Henrry Carr, un impiegato conservatore del Consolato britannico. Tutta la storia sembra avere luogo nel ricordo vagabondante di Carr in età avanzata, oscillando così fra due livelli temporali. Sullo sfondo, lo schema è quello di "The Importance of Being Earnest" di Wilde, con la sua spiritosa eleganza e il suo intreccio ingegnoso.I critici hanno cercato a lungo di scoprire con quale dei quattro personaggi parteggi Stoppard, in riferimento alla funzione dell'arte nella società e nella storia. Questo saggio prende in considerazione una quinta posizione, probabilmente più vicina a quella dell'autore: quella di Wilde e delle sue idee estetiche e politiche sull'individualismo, sulla libertà, e sulla parodia e il nonsense come mezzi per comunicare messaggi di serietà e verità.
URI: http://hdl.handle.net/11707/3321
Appears in Collections:Annali di Ca' Foscari. Serie occidentale

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Innocenti_pp9-21.pdf636.89 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.